Nur

È la lentezza , le parole che cadono 

Come la sera 

Lo sguardo perso dal lampione 

Al cielo scuro 

Il vuoto di dentro che si specchia 

Nell’assenza del fuori 

Infinite volte , lasciando un’eco che è nulla. 

Appartenere all’impossibile desiderio 

Baciare ogni illusione 

Cucire alle ciglia il proprio inganno 

Develto il mistero torna a sé 

Ed io non resto io

Annunci

Informazioni su honan1984

http://rinabrundu.com/2011/12/19/scrittura-online-2-la-poesia-e-la-prosa-di-luca-fedele/
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...