παρέγκλισις

​Perdemmo la menzogna 

La barbarie ci invase come la notte 

Restai minimo 

Mostrandoci i denti sembravamo ridere 

Fumavano come il cielo nel Novecento 

Confondendo il momento sperando fosse

l’ultimo 

Senza speranza né posteri 

Fissando fissavo la catastrofe

Identitica ad ogni passato 

Ad ogni passo 

Al primo amore  

L’ultimo me  

Nominava come il primo Adamo 

I sogni traditi del senso 

La morte di Dio

ci insegnò la necessità 

di non ambire ad essere 

colui che è

Perdemmo accenti e toni

L’immenso compito 

Fu il monito 

Essere è essere la necessità 

Colui e 

Annunci

Informazioni su honan1984

http://rinabrundu.com/2011/12/19/scrittura-online-2-la-poesia-e-la-prosa-di-luca-fedele/
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...