Chi c’era lì?

Ci eravamo sputati addosso

La pietra condanna di Sisifo

Ma io vorrei essere tra le tue labbra

E scendere e salire questa insulsa vita

Per il brivido ed essere l’ago invisibile

che cuce il mio occhio al tuo.

In strade desolate ho letto il tuo terrore

E l’ingenuità che copre i tuoi gesti sotto ogni luce.

Ho masticato dubbi e paure

Quando rido sono carie tra i miei denti

E ho l’alito pregno dei sensi di colpa.

Respiro male e ho in testa un dolore

Comincio a non essere più presente

Il desiderio regna sull’infinito orizzonte

Del già detto, del morale , dell’impossibile via d’uscita.

Ci faremo del male .

Sento già le urla del tuo fantasma in camera.

Annunci

Informazioni su honan1984

http://rinabrundu.com/2011/12/19/scrittura-online-2-la-poesia-e-la-prosa-di-luca-fedele/
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Chi c’era lì?

  1. michelinafacciotto ha detto:

    Raffinato l-uso delle immagini per descrivere il momento di una relazione? racconta bene la complessita’ del momento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...