Igni_orare

​Ho perso smalto scavando 

Parola in parola fino alla barbarie

Del suono , dello sguardo . 

Ora non capisco ,ignoro,

Sento altro come me stesso. 
Ho perso i bordi come l’universo 

Con la luce nel vuoto 

Ora che la matematica 

È inconsistente dov’è completa 

E la fisica è indeterminata
Ho perso i bordi come con i tuoi occhi

Tra il bordo piscina e i suoni sparsi 

Alla luce della Luna mutilata. 

Trainare  discorsi già morti 

Come insetti nella scacchiera del ragno 
Ora

Ho lapidato la memoria 

Scolpendo un dolore tenue

 Ora 

che non essere amato 

È una scienza esatta 

E che l’esattezza è la qualità dell’infinito

Vorrei baciarti 

Per marchiare a fuoco un confine 

Che sia dato come cenere al vento

Annunci

Informazioni su honan1984

http://rinabrundu.com/2011/12/19/scrittura-online-2-la-poesia-e-la-prosa-di-luca-fedele/
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...