La java

Soffrivo bene come insetti
Al gioco curioso d’un bambino
Le sere in cui l’idea mi spaccava le vertebre.

Fu un gioco di lingue di parole sconosciute
Ridevamo ai suoni
a galla nel vuoto
Di incomprensioni presenti
Di sensi latenti e
impossibili

Abbiamo parlato per giorni
senza capirci
Confondendoci teneramente
ancorandoci ai corpi

Annunci

Informazioni su honan1984

http://rinabrundu.com/2011/12/19/scrittura-online-2-la-poesia-e-la-prosa-di-luca-fedele/
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...