oidda 1/x^13

come un cerchio nell’acqua
che in altri cerchi d’altri cerchi parla
io al centro , peso al fondo
tu foglia d’autunno leggera ormai a riva
mentre ti cerco lungo circonferenze immense
che sono il calco del mio occhio annegato.

universi liquidi ci separano
densi come incubi al mattino
stagliati tra il grigio delle nuvole
torre Eiffel di sola ruggine
torre Eiffel al tramonto
è solo il mio sangue che cola
quel rosso,
che non vuol più restare in me
tra vene laide come Saint-Martin
gonfie di rifiuti nel cuore della Senna
Ho visto morire tutte queste Dalie
e ripiantate più giovani e più nuove
di mercoledì alle 06:45
(temo nel sidereo una cesoia
tremo nel sidereo: è tutto in verità
appassire , spegnersi, gelo, candore)
ne ho mangiato un petalo così di nascosto
il giorno in cui nei lasciai scivolare una
nel letto dei rifiuti
di quest’acqua che non sa pulire.

nous ne vivons pas que par de dire adieu
et voilà
à Dieu

Annunci

Informazioni su honan1984

http://rinabrundu.com/2011/12/19/scrittura-online-2-la-poesia-e-la-prosa-di-luca-fedele/
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a oidda 1/x^13

  1. Paola ha detto:

    È una splendida poesia !!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...