vile già tù

esodo estivo

 

vieni

 

vuole la mia solitudine

 

quei luoghi

 

insolarsi              nell’isolato                       abbandonato                 urbano

 

anche 

i suoi occhi

fissando il sole

cancelleranno

e le parole

affogheranno

in mari vicini

e profondi

come rancori

 

ricordi bevuti e risi

suderanno le mattine nell’arsura

per tornare vergini

 

nelle rovine intatte della civiltà

e

ancora

interrogherò

i segni dei morsi 

cercando

una

parola

e

confonderò

i

gesti

e le

frasi

per

ricompormi

ora

che 

la 

mia

solitudine

sbadiglia immensa com’alba / tra me e me non si può più capirci / e tutto 

S F ì O R A

o aspetta la rinuncia ]bisbigliata del ritorno

Annunci

Informazioni su honan1984

http://rinabrundu.com/2011/12/19/scrittura-online-2-la-poesia-e-la-prosa-di-luca-fedele/
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...