in their seat tilt

non riesco più a restare

nell’afa. Il respiro taglia

ogni filtro di pace[

la realtà mi fissa dai vicoli vuoti, dalle mura bianche mi parla e ascolto discorsi in pezzi tra fermate metropolitane e se lo sguardo si posa

( riposa amico mio riposa

in questo non luogo .tu-io non io. senza tempo

tracciamo cerchi per sentirci sicuri[

ma la topologia dei vicoli inversi tra le mura assenti taglia gli sguardi e denigra i corpi

( dimenticare, tornare a costruire piramidi di notti e linguaggi sonori

analfebetizzare le emozioni, ritrovare il vuoto e l’assenza [

sogno il mattino privato dei sensi , che mi mostri.

Sogno il mio mostro privato nel mattino dei sensi

sogno sensi nel mattino mostruoso.

 

Annunci

Informazioni su honan1984

http://rinabrundu.com/2011/12/19/scrittura-online-2-la-poesia-e-la-prosa-di-luca-fedele/
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...