3 giorni secondo le scritture

il freddo sorrideva nella penombra
tra le auto coperte di brina
e le fissavi
volgendole le tue labbra
che avevano pronunciato
quello strenuo dolore
e il mio bacio si perdeva
sulla tua guancia
come la luna dimentica
del parcheggio,
dietro il cemento del locale.
Un rifiuto e mezzo litro
di distillato e so sorridere
non posso comprarne altro
m’offrono da ballare
facce deturpate dai ritornelli
quattro passi e torno al freddo,
il tuo tavolo era vuoto,
fuori tutti fumano
e lasciano parole incenerirsi;
io in tasca ho il telefono scarico
che vibra e nemmeno il coraggio
per guadagnarmi del tabacco.
L’aria e i passi in pieno inverno
decine di km mi separano da casa,
ma i lampioni mi colorano d’arancio
e gli occhi lucidi come felini
e ombre lunghe di vorrei
e indici ghignanti
e date e medie ponderate
e soldi e sogni
e carboni e diamanti
e quello che non sono
in questo tramonto di sodio
m’accompagna in stazione
tra i letti di cartone
il primo treno è alle 4:23
mi cullo nel torpore del tedio
per domani ho grandi progetti
in primis un suicidio,poi si vedrà.

Annunci

Informazioni su honan1984

http://rinabrundu.com/2011/12/19/scrittura-online-2-la-poesia-e-la-prosa-di-luca-fedele/
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a 3 giorni secondo le scritture

  1. lucyray ha detto:

    poi si vedrà.

  2. verdefronda ha detto:

    L’intensità dei versi è di notevole effetto, lascia una forte traccia.
    Un saluto.
    Giorgio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...