back out

il mio sguardo abbraccia
e cuce alla coda degli occhi
gocce di pioggia scrosciante.

Maree morbide, sottili,
ritingono la pluralità
monotona del progresso.

Lampioni,auto,sensi unici,
stop,rotatorie sempreverdi.
La linea di grafite
che bacia l’asfalto e il cielo.

Fiumi che ritornano dalle fogne
rivendicando il proprio corso
sussurrano al vociare degl’alberi
di quartiere.

E il cielo s’apre alla luce
prima che l’uomo ascolti

(intento a condividere il profilo migliore
a ritrovarsi in immagini
a disimpare parole
a dissotterare istinti
dalla sabbia dei volumi
quando fuori piove)

e pronunci “blackout”
al buio dello specchio
opaco.

Annunci

Informazioni su honan1984

http://rinabrundu.com/2011/12/19/scrittura-online-2-la-poesia-e-la-prosa-di-luca-fedele/
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a back out

  1. atmosferepoetiche ha detto:

    Una poesia che scava nel buio e si sforza di dare alle cose l’ordine del caos.
    I miei rispetti e la mia ammirazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...