Uggia

Vola, anima vola.
Le macerie s’immergono nel vento
immobili,fino a corrodersi.

Fuma da me e case,
cuori,boschi, tramonti daltonici;
Le mie mani sentiranno la metropoli
le mie scarpe saggerano le sue ombre.

Ingoierò denari , pregherò accessori
suderò fredde emozioni
che coprirò di stracci.

Vola, anima mia.
ieri colorammo asfalto e cemento
ne facemmo fondali corallini.
Oggi il demone blu li scioglie
e la risacca abbraccia
sin l’ultima spiaggia:

naufraghi alla deriva,
relitti di Mayfly,
castelli, conchiglie,
l’oceano.

Vola,anima mia.

vola,
saranno tempi grigi.

Annunci

Informazioni su honan1984

http://rinabrundu.com/2011/12/19/scrittura-online-2-la-poesia-e-la-prosa-di-luca-fedele/
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Uggia

  1. mehregiah ha detto:

    Versi che risvegliano sensazioni di raffinata sensibilità d’animo,
    con immagini incisive colme di sentimento.
    Grazie per aver condiviso queste sensazioni.

    Un saluto,

    Mehregiah

  2. puzzle ha detto:

    I wish I could understand the Italian language better than just guessing! So this is not so much more but intuition, that it would be a pleasure. Grazie per la tua visita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...