Impasse de la croix 

Il luogo è un garage , la padrona insegna posture 

Io dico poche parole mi cerco male 

Nella bellezza della corniche 

I miei occhi fissano il vuoto 

L’assenza di noi che non siamo mai stati

In questa assenza diciamo parole ormai persi 

Persi senza essere stati Riempiamo i vuoti

 restiamo vuoti 

E avanti è tutto da rifare 

Dagli accenti alle strade di casa 

e dentro urlo il tuo nome

E qui è tutto un’altro tramonto 

E qui è tutta un’altra stazione 

Ogni anno non sono stato lo stesso 

Senza cambiare mai 

Con te mi sono trovato 

Ma tu non eri mia 

Senza averti mai avuta , perderti 
Non sei mai stata mia come farò a perderti ?

Annunci
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Dans quelques jours

Dio fu dio fu Trino  

Come noi 

Che non avemmo la forza di amarci 

Solo l’ingenuità 

Ci consumammo nella carne 

E restammo a guardarci con gli occhi cavi 

Le parole furono piccoli sassi 

Aridi e ambigui che cadevano via 

La stanza si disperse come anni

E i ricordi sono bui , scoloriti dal vuoto 

Degli addii ordinari e soffocati

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Ç

Dove sei ? 

Inizio a chiederlo ora che ancora sei qui

Ti ho già persa e ti stringo 

Non ho osato 

Vigliacco sul tuo petto 

Resto nudo 

Elemosino come di sabato 

Una birra ad un amico con cui non parlo mai

Cosa resta ? 

Senza futuro senza presente 

Cos’è questo pensiero ? 

Da dove viene ? 

Dove sei ?

Un moto lento 

Che attraversi i metri quadri 

I metri, i piedi scalzi 

L’arido bianco armato 

Fermo il passo 

Rinnego il respiro profondo 

Anelo l’angelo della superficie 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Nur

È la lentezza , le parole che cadono 

Come la sera 

Lo sguardo perso dal lampione 

Al cielo scuro 

Il vuoto di dentro che si specchia 

Nell’assenza del fuori 

Infinite volte , lasciando un’eco che è nulla. 

Appartenere all’impossibile desiderio 

Baciare ogni illusione 

Cucire alle ciglia il proprio inganno 

Develto il mistero torna a sé 

Ed io non resto io

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

#29

Mi nutro di assenze bevendo il vino amaro del mio io 

Muovo gli occhi fissandoli ai dettagli evitare il fuoco 

È il gioco a cui mi condanno per sentire meglio 

Il latente dolore che distrazione asconde 

Onde e mare in cui mi sono immerso 

Sale e lembo aperto del palmo per ricordare le linee 

Per riscrivere sulle mani la vita, l’amore , la fortuna 

L’inganno, mio fraterno cuore,muto

Occhio morto capovolto del cielo: luna 

Ho adagiato sulle tue ciglia cadenti 

Il mio occhio vuoto , cieco e sordo agli echi 

Delle parole che vanno e vengono in questa caverna 

Senza altra ombra che la mia 

E sia che per la via elemosino uno straccio di umanità 

Al ventre, al labbro , al cuore di una donna 

E giocando il mio oro mi si risponde in colpe 

Ho solo da vivere con superficialità 

frugale pasto, fallace passo, ebbro dell’amaro vino 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

10:43 A.M. 

​È un coltello puntato alla gola 

Il sangue da spendere vano come la vita 

Il tormento degli orologi che lavora 

l’acuminata speranza 

Le rovine grame del pensiero 

Si mostrano nel loro nudo livido 

Nella loro incontrastata miseria 

Nell’opaca visione del ricordo 

Inondata dalla luce del giorno 

Che il sangue trovi un nuovo rivolo

Che il sogno di un uomo ridicolo 

Abbia la sua morte all’alba

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

cardiofobie #1

Ci allontaniamo fissandoci negli occhi
Nell’ennesima mattina allagata dal sole
Luccicanti come punte di lame
Ci circondano i pensieri della realtà
Il primo occhio che si posasse su di noi
Darebbe adito al massacro

Quando già lame sottilissime
ci perforano le labbra tra i baci
Il corpo tra gli abbracci
Gli accenti tra le frasi

Siamo dannati al desiderio dell’altro
Maledicendo il bisogno

Preghiamo l’ombra dell’arida roccia
Di essere sterili
Di portarci a fondo in quest’oceano di luce
E come naufraghi orfani di Nausiche
Approdati alle rive del sole
Continueremo il nostro viaggio
Con un segreto nascosto nel bagliore del mondo
Come fosse un sogno
Come fissare la luna in pieno giorno

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento